Scope and topic

The aim of the International Conference is to improve interdisciplinary scientific dialogue, implement information exchange and dissemination of knowledge and innovation strategies on organic agriculture for the Mediterranean climate.

IFOAM-ABM strongly supports Agroecology in its full vision as “the science of applying ecological concept and principles to the design and management of sustainable food systems”.

The aim of the conference is to increase consciousness of researchers, policy makers and practitioners on the link between Agroecology and organic farming. The strengthening of such a link in the Mediterranean is an opportunity to promote multifunctionality, diversification of crops, biodiversity, local and direct sale, local seasonal and fresh production, education for food and health, alternative touristic development, entrepreneurship and organic agriculture and more environmental and socio-economic benefits for the society as a whole.

The Conference will cover the following objectives:

  • To map and present the progress and the current situation of organic production in the Mediterranean
  • To evaluate the main problems and solutions on the major Mediterranean organic productions (fruit trees, olives, vineyards, cereals and animal husbandry, fibres, aquaculture and sustainable fisheries), with a focus on adaptation to climate change and water scarcity;
  • To identify the environmental and socioeconomic opportunities and constraints for a linkage to Agroecological strategies;
  • To explore the possibility to use a common benchmark of sustainability dimensions to guide policy reform (i.e. as in the IFOAM SOAAN Best Practice Guideline) and sustainability evaluation tools (e.g. FAO SAFA);
  • To define the needs of the Mediterranean area in policies and differentiated norms and standards in organic agriculture and Fairtrade.

Motivazioni

L’obiettivo di una conferenza internazionale è quello di migliorare il dialogo scientifico, lo scambio di informazioni e la diffusione di strategie per il trasferimento della conoscenza e dell’innovazione in agricoltura biologica, soprattutto nell’area mediterranea.

ABM intende promuovere un modello di agricoltura biologica volto al raggiungimento dell’eccellenza nei prodotti agro-alimentari, basandosi sulla tipicità, la diversificazione delle colture, la biodiversità, la multifunzionalità delle aziende agricole orientate al accorciamento delle filiere e dunque protagoniste di uno sviluppo rurale e sostenibile che include benefici socio-economici sia per gli agricoltori che per i soggetti coinvolti nei settori collegati all’agricoltura, come la trasformazione dei prodotti e il turismo rurale.

La conferenza seguirà due linee tematiche principali:

  1. Sistemi Etici di buone pratiche: presentazione e scambio di esperienze pratiche di agricoltori, tecnici e altri stakeholders del movimento biologico mediterraneo.
  2. Ricerca Scientifica: saranno presentate le più recenti ricerche accademiche sulle principali colture mediterranee.

Dall’approfondimento di queste due linee si intendono raggiungere i seguenti obiettivi:

  • Conoscenza e condivisione dello stato attuale della produzione biologica nel Mediterraneo del suo livello di avanzamento.
  • Valutazione dei principali problemi e relative soluzioni per le principali produzioni mediterranee biologiche (frutticoltura, olivi, viti, cereali, zootecnia, acquacoltura e pesca sostenibile), concentrandosi principalmente sui fattori di adattamento ai cambiamenti climatici e alla scarsità dell’acqua;
  • Individuazione di opportunità e limiti riguardanti un collegamento fra le strategie della agroecologia e le pratiche del commercio equo in termini ambientali e socioeconomici;
  • Valutazione della possibilità di utilizzare un riferimento comune, basato sulle dimensioni della sostenibilità, per guidare le riforme politiche (IFOAM SOAAN Best Practice Guideline) e varare nuovi strumenti per valutazione della sostenibilità (es FAO SAFA);
  • Definizione delle necessità del bacino Mediterraneo riguardo a politiche e norme differenziate in agricoltura biologica e nel Fairtrade.
  • Identificazione dei principali elementi ambientali e socioeconomici per lo sviluppo di strategie produttive agro-ecologiche.